RIVISTA L'INDUSTRIALE l'industriale presenta, quindicinalmente, l'offerta di macchine utensili nuove ed usate disponibili presso i migliori rivenditori specializzati; ed inoltre interviste, news, economia, fiere, novità dalle industrie...

SCOPRI DI PIÙ»
MACCHINE IN VENDITA

Ricerca tra migliaia di macchine utensili in vendita, nuove, usate, da aste, liquidazioni e fallimenti.

ANNUNCI DI RICERCA

Leggi gli annunci di chi cerca macchine utensili.

VENDI LA TUA MACCHINA

Registrati e metti in vendita on line le tue macchine utensili usate e nuove.

RIVISTA L'INDUSTRIALE
l'industriale presenta, quindicinalmente, l'offerta di macchine utensili nuove ed usate disponibili presso i migliori rivenditori specializzati; ed inoltre interviste, news, economia, fiere, novità dalle industrie...
SFOGLIA
l'ultimo numero
ABBONATI A
L'INDUSTRIALE
SCOPRI DI PIÙ»
RICERCA
RIVENDITORE
rivenditore
nazione
provincia
LE FIERE
Le principali FIERE ITALIANE ED ESTERE inerenti il mondo della lavorazione dei metalli
ELENCO FIERE
L’officina diventa ‘smart’
A Taichung, nel cuore dell’industria taiwanese, i costruttori di macchine e accessori adottano sistemi avanzati e intelligenti per semplificare e ottimizzare la gestione della produzione.

di Marinella Croci
Un tempo la comprensione della situazione, la gestione dell’attività produttiva e la risoluzione di eventuali problemi competevano all’uomo. L’approccio di Industria 4.0 supera i limiti umani e introduce il concetto di intelligenza artificiale per semplificare e ottimizzare le diverse fasi del processo produttivo.  L’applicazione dell’intelligenza all’industria manifatturiera si traduce in una maggiore competitività per l'utilizzatore, che può scegliere come completare la lavorazione e gestire prontamente le diverse situazioni che si presentano in officina. E’ così che nasce un nuovo paradigma produttivo, che comporta lo sviluppo di sistemi meccanici innovativi nonché di software e hardware adeguati, richiesti dal livello di intelligenza superiore delle macchine e attrezzature di produzione. A Taiwan, settimo produttore di macchine utensili con una quota del 5-6% del mercato globale, questa sfida è stata colta integrando sensori nelle macchine, a loro volta collegate a dispositivi mobili (smartphone e tablet) per assicurare agli utilizzatori funzioni smart, come il monitoraggio e la gestione da remoto della produzione. I dati raccolti dai sensori vengono infatti memorizzati, trattati e analizzati attraverso sistemi cloud per offrire ulteriori servizi e generare soluzioni intelligenti per il mercato. L’applicazione di tecnologie avanzate ha consentito alle macchine utensili taiwanesi di migliorare ulteriormente le prestazioni in termini di risparmio energetico, precisione e affidabilità oltre ad assicurare la conformità con gli standard ambientali.

Produzione flessibile e intelligente
A Taiwan si contato 1.801 costruttori di macchine utensili e accessori, prevalentemente aziende di piccole e medie dimensioni, con oltre 40.000 addetti, che si distinguono per la flessibilità nella produzione e rapidità nella consegna grazie a forti sinergie e brevi distanze dai fornitori. Oltre il 90% delle imprese ha infatti sede nella regione centrale del Paese, il distretto industriale di Taichung, dove si trova anche il maggiore numero di utilizzatori di macchinari e automazione industriale. “Le macchine utensili taiwanesi si caratterizzano per l’ottimo rapporto prezzo-prestazioni - ha spiegato Carl Huang, presidente TMBA, l’Associazione dei costruttori taiwanesi di macchine utensili e accessori, nel corso di una presentazione della prossima TMTS 2018, la biennale dedicata al settore.  – La progettazione avanzata fa sì che siano utilizzate nei più svariati settori dell’industria automobilistica e del motociclo, aerospaziale, trasporto ferroviario, prodotti 3C, stampi e accessori meccanici. L’industria taiwanese della macchina utensile ha una storia di oltre sessanta anni – prosegue -, incominciata accumulando conoscenze dalle macchine estere più avanzate. Il grande salto produttivo è avvenuto dopo gli anni Ottanta, in seguito all’introduzione dei controlli numerici.” Le macchine utensili taiwanesi incorporano già da tempo alcune funzioni smart, come la compensazione dell’aumento della temperatura, la prevenzione di collisioni e l’ottimizzazione del processo produttivo; possono inoltre essere integrate con celle automatizzate dotate, per esempio, di bracci robotizzati. E all’industria automobilistica cinese vengono fornite intere linee produttive. “Oggi l’industria taiwanese si distingue per l’elevato livello qualitativo pur mantenendo prezzi competitivi – afferma Jui-Hsiung Yen, Chairman TMBA e presidente del Gruppo Apec – grazie all’integrazione di automatismi e tecnologie innovative: l’intelligenza consente di accrescere funzionalità ed efficienza delle macchine utensili, introducendo sistemi di compensazione termica, anti-collisione, simulazione 3D della lavorazione, risparmio energetico, monitoraggio da remoto in tempo reale e gestione del processo produttivo attraverso interfacce di semplice utilizzo. L’aggiunta di funzioni di cambio pallet automatizzato (APC) ha consentito di ottimizzare le dimensioni delle macchine mentre la possibilità di inserire bracci robotizzati favorisce la produzione non presidiata spingendo sullo sviluppo di interfacce di comunicazione. La progettazione delle nostre macchine è ora basata su principi di ergonomia, facilità di utilizzo e sicurezza in officina mentre l’interfaccia utente ne semplifica l’utilizzo grazie all’ottimizzazione dei sistemi di controllo e all’integrazione nel cloud di sistemi di monitoraggio e gestione. E l’identità del marchio si esprime nel design, migliorando l’aspetto e la gestione dei colori dei componenti esteriori ma anche ottimizzando la struttura della superficie esterna.”
Con il motto “Manufacture Linking • Activate the Future” [Manifatturiero Connesso – Attiva il Futuro, n.d.t.], TMBA  ripropone dal 7 all’11 novembre la maggiore fiera dell’anno, Taiwan International Machine Tool Show (TMTS) 2018, appuntamento da non perdere per cogliere le opportunità di un Paese classificatosi settimo produttore e nono consumatore di macchine utensili a livello mondiale. La biennale si svolge a Taichung, il maggiore cluster industriale del Paese, dove componenti e accessori possono essere reperiti nel raggio di 60 km.